Come si ottiene la cittadinanza britannica? 150

passport UK

Come si diventa cittadini britannici?

Ho deciso di mettere assieme in questa pagina un po’ di informazioni dato che ogni tanto mi chiedono come abbia fatto ad ottenerla ed anche per sfatare le famose “urban legends” (miti metropolitani) su questo argomento.

Premetto di non essere un avvocato e che le leggi in UK su questa delicata materia cambiano spesso: è quindi bene informarsi sul sito ufficiale del Home Office.
Agli inizi della mia procedura avevo pensato di rivolgermi ad un avvocato specializzato in materia ma dopo averne contattati diversi ho capito che alcuni di loro non ne sapevano molto (alcuni mi diedero anche informazioni sbagliate) quindi scelsi per il metodo fai da te.

Questo non vuol dire che gli avvocati non siano preparati, forse sono stato sfortunato io…se volete affidarvi ad un avvocato vi consiglio però di sentirne almeno due o tre diversi prima di incominciare.

Comunque il metodo fai da te non è poi così impervio.

Requisiti generali

Residenza

I cittadini EU possono richiedere la cittadinanza dopo un anno dall’essere diventati permanent resident

Lo stato di permanent resident lo si acquisisce automaticamente dopo aver vissuto 5 anni consecutivi in UK: Attualmente prima di iniziare la domanda di cittadinanza è necessario richiedere un documento che riporti tale stato.

Attenzione: ottenere la Permanent Resident card (Document certifying permanent residence for EEA or Swiss nationals) e diventare residenti sono due cose diverse: Lo stato di permanent resident lo si acquisisce automaticamente dopo aver vissuto 5 anni consecutivi in UK, la card…è solo un ”pezzo di carta” che conferma il vostro status.

Quindi è possibile fare domanda dopo 6 anni vissuti in UK (5 per diventare permanent resident + 1)

Non dovete aver passato fuori dal paese più di 90 giorni negli ultimi 12 mesi e più di 450 giorni fuori dal paese nei cinque anni precedenti.

Chi è sposato con un cittadino britannico può far richiesta dopo 3 anni

Maggiori  informazioni si possono avere qui: https://www.gov.uk/becoming-a-british-citizen

Buona condotta

È necessario non aver riportato condanne penali di una certa rilevanza ed essere of Good Character: quest’ultima definizione è piuttosto vaga.
Per fortuna non avendo ricevuto nessuna condanna civile o penale non ho molto approfondito questo tema
Meglio cercare sul sito del Home Office se necessario
NOTA: alcune infrazioni al codice della strada come guidare parlando al telefonino, guida in stato d’ebrezza e infrangere i limiti di velocità sono reati che possono avere rilevanza PENALE in UK anche se non si va in carcere.

 Esame Life in UK

Trattasi di un esame a scelta multipla: 24 domande a scelta multipla da rispondere in 45 minuti e 50 Pound da pagare

Per passare l’esame bisogna rispondere correttamente al 75% delle domande (almeno 18)

Prenotatevi tramite il sito ufficiale solo dopo aver studiato il libro ufficiale

Di solito l’esame è in formato elettronico e la risposta vi viene data appena finito il test.
Sono esentati i minorenni , chi ha più di una certa età e chi ha problemi mentali certificati da un medico.

Se si sbaglia l’esame? Basta pagare di nuovo altri 50 pound e riprovare…fino a che ci si riesce o fino a che si hanno soldi 😉

Esame di lingua inglese

Questo nuovo requisito ”balzano” è stato introdotto recentemente: come si faccia a vivere da 6 anni in un paese, passare il test Life in UK e lavorare senza sapere la lingua non lo so…però è così.

È esentato chi ha ricevuto una laurea o un dottorato in UK. Per tutti gli altri bisogna fare un test d’inglese.

Il First Certificate, lo IELTS o una certificazione di livello B1 dovrebbero andar bene: meglio vedere sul loro sito la lista di certificazioni accettate.

Per tutti i requirements ed eventuali altre esenzioni controllate bene qui: https://www.gov.uk/english-language

Attualmente l’esame è amministrato dal Trinity College e il centro d’esame più vicino a Reading è a London Hammersmith.
L’esame si può fare senza dover necessariamente partecipare ad un corso, costa sulle 150 sterline e ci si può prenotare online qui : http://www.trinitycollege.com/site/?id=3218

Il test dura attualmente una decina di minuti ed è solo parlato. Potete vedere qui un esempio di esame: http://www.trinitycollege.com/site/?id=3365

Il modulo

Dovete scaricare, leggere attentamente, stampare e compilare un copioso modulo reperibile qui https://www.gov.uk/government/publications/application-to-naturalise-as-a-british-citizen-form-an

Di solito per gli adulti il modulo AN è quello corretto.

Non vi fate spaventare dal modulo: non tutte le pagine vanno compilate ed è abbastanza chiaro.

Tramite il medesimo link potrete scaricare anche una guida alla compilazione del modulo.

Ma chi vi conosce??!?! I testimoni

Pare una cosa folle ma a voi…chi vi conosce?
Dato che tutte le domande sono fatte per posta come fanno a sapere che voi siete chi dite di essere?

Servono 2 testimoni che certifichino la vostra identità: all’interno del modulo troverete un foglio dove apporre la vostra foto e due testimoni dovranno firmare il modulo dichiarando di conoscervi da almeno 3 anni.

Un testimone deve essere un cittadino britannico senza problemi con la legge.
L’altro testimone deve essere un professionista (di una nazionalità qualsiasi): ci sono varie ”qualifying professions”  medico, professionista iscritto ad un charter (tipo di albo), notaio, avvocato, manager, director di azienda, dentista, poliziotto, accountant etc etc….

Maggiori info le trovate qui: https://www.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/file/118585/countersignatories.pdf

P.s.: per fare da testimone per la cittadinanza i testimoni devono essere 2 e conoscervi da almeno 3 anni, non importa se hanno un passaporto UK o meno (ma uno dei due deve essere britannico) mentre per ottenere il passaporto vi servirà un  solo testimone che deve essere britannico, “professionista”, ed avere il passaporto britannico valido.

I soldi

Diventare britannici non è gratis….c’è una fee da pagare che attualmente ammonta a 1282 sterline per gli adulti e 973 sterline per i bambini. [al 04/2017]
Per la lista completa delle fees potete far riferimento a questo documento
La fee non viene rimborsate se la domanda venisse rigettata o se ci ”ripensate” dopo aver presentato la domanda!!

Il Checkup…

Non vi preoccupate…nulla di medico!! Questo non è uno step obbligatorio ma ve lo consiglio caldamente per evitare di pagare 1236 pound e vedervi rifiutata le domanda!!

Quasi tutti i comuni (Councils) offrono un servizio di ”Nationality checking service’‘ che costa dai 50 ai 70 pound.
Controlleranno i vostri documenti, se la domanda è compilata correttamente, faranno delle fotocopie certificate dei vostri documenti e vi restituiranno gli originali.
Solo se tutta la fase di check sarà positiva invieranno la domanda per posta speciale al Home Office che si prenderà i famosi 1236 pound dalla vostra carta di credito o debito (o assegno) solo quando riceverà la domanda.

Non siete obbligati ad usare il comune dove risiedete: potete andare ad un comune qualsiasi che offre questo servizio. La lista è disponibile qui: https://www.gov.uk/government/collections/nationality-checking-service

Cosa succede dopo ??

Dopo un paio di settimane dall’inoltro della domanda riceverete una lettera con un numero di riferimento: conservatela! Potrebbe tornarvi utile.

Recentemente è stata introdotta una procedura di rilevamento delle impronte digitali: vi potrebbe venir richiesto quindi di rilevare le vostre impronte. Non saprei dire se è una cosa che viene richiesta a tutti o ”a campione”.

Comunque non è nulla di che: vi arriverà una lettera che vi inviterà a recarvi al più vicino Post Office che offre il servizio di Identity che provvederà a prendervi le impronte digitali elettronicamente.

Di solito entro 6 mesi dovreste ricevere un’altra lettera che vi informa dell’esito della vostra domanda.

Se vi hanno concesso la cittadinanza dovrete partecipare alla cerimonia presso il vostro Register Office che in un paio di settimane vi scriverà per invitarvi alla cerimonia: se ciò non dovesse accadere contattateli!!! Se la cerimonia non viene svolta entro un certo tempo la domanda viene annullata…quindi state attenti.

Non vi preoccupate troppo della cerimonia: essa è rapida ed indolore: vi diranno cosa fare e dire il giorno stesso. Easy!

Dopo la cerimonia vi verrà consegnato il certificato di cittadinanza: non ve lo perdete!! Non ve ne daranno un’altro…e per ottenere una specie di duplicato ci vuole tempo e SOLDI. Quindi…conservatelo gelosamente!!

Ma il passaporto?!?!

Molti (se non tutti) i Nationality checking service hanno attivato da poco uno nuova procedura per ottenere il passaporto congiuntamente alla cittadinanza: si deve pagare una fee aggiuntiva (circa 14£), portare 2 foto identiche a quella usata nel modulo della cittadinanza e un modulo per passaporti (reperibile all’ufficio postale o tramite il sito ufficiale del HMPO)

Se la domanda di cittadinanza verrà accettata riceverete il passaporto per posta un paio di settimane dopo la cerimonia di cittadinanza.

Se non avete scelto questa opzione alla cerimonia riceverete solo il certificato di cittadinanza e dovrete poi successivamente applicare per il passaporto compilando il modulo che potete trovare alla posta.

Potete anche richiedere il modulo, che vi arriverà già parzialmente compilato, tramite il sito del Ufficio Passaporti (HMPO)

Niente file in questura o commissariato: peccato 🙁

Attenzione ad utilizzare SOLO IL SITO UFFICIALE del HMPO!!! Ci sono dei siti che non lo sono e vi chiedono dei soldi per un servizio che non offrono veramente….attenti!!

Se utilizzate il modulo preso alla posta vi consiglio di presentare la domanda  tramite gli uffici postali che offrono il servizio Passport Check & Send: pagherete un pochino di più ma controlleranno che tutto è compilato bene e che la domanda è corredata di tutti i documenti necessari prima di inviarla al Ufficio Passaporti (HMPO).

Dopo aver inoltrato la domanda riceverete (in genere) un SMS ed una lettera dall’ufficio passaporti che vi inviterà a prendere un appuntamento con loro per un ”colloquio”.

Non recatevi presso questi uffici senza appuntamento: non vi faranno entrare, non risponderanno a nessuna delle vostre domande…recatevi lì solo il giorno e l’ora del vostro appuntamento.

Il colloquio è di solito molto rapido: devono solo accertarsi che voi siete chi dite di essere.

Non vi daranno il passaporto! Ve lo spediranno nel giro di 15 giorni circa a casa.

Urban legends

Q: Io e mio marito siamo italiani. Nostro figlio è nato in UK quindi è automaticamente inglese…
A: Dipende! La Kyenge non è ancora arrivata qui e lo Ius soli non c’è in UK. [od almeno non c’è più dal 1983]..
Dal 2006 vale la seguente regola:

Se vostro figlio è nato prima che uno dei due genitori divenisse permanent residents (5 anni in UK) può diventare cittadino britannico se lo richiedete.

In genere la regola è che quando uno dei genitori diventa ”settled” (permanent residen) si può fare domanda di naturalizzazione per il figlio.
Non è necessario che anche i genitori diventino britannici per fare domanda ma se tutto il nucleo familiare diventa britannico ci dovrebbero essere degli sconti sulle fee da pagare.

Se vostro figlio è nato quando almeno uno dei genitori era già permanent resident allora è già britannico.

..Children born in the UK to EEA/Swiss parents are normally British citizens automatically if at least one parent has been exercising Treaty rights for five years. If the parents have lived in the UK for less than five years when the child is born, the child may be registered as British under section 1(3) of the British Nationality Act once the parents complete five years’ residence… [fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/British_nationality_law#Before_1983]

Questa regola si applica a figli dei paesi membri della UE quindi mi sa che se non avete ancora fatto nulla è il momento di agire!!

Q:Non sono mai stato iscritto all’A.I.R.E. e quindi non posso diventare britannico
A:Il governo britannico della A.I.R.E se ne frega altamente! Non sa manco che esiste e secondo me gli fa anche vomitare l’idea che un cittadino britannico all’estero debba ”registrarsi” per avere qualche forma di assistenza o di servizio. Infatti non esiste per i britannici residenti esteri un corrispettivo dell’AIRE.

Q:Se divento britannico perdo la cittadinanza italiana?
A: NO! Purtroppo o per fortuna non succede (per citare Gaber). Si rimane anche italiani e da vari anni è decaduto l’obbligo di informare il governo italiano della acquisizione della cittadinanza britannica…quindi tutto ok.  Potrete avere 2 passaporti senza problema. Tutto legale.

Q: La cittadinanza è un diritto?
A: No! E’ una gentile concessione del governo nella persona del Segretario di Stato.

Disclaimer

Tutte le informazioni contenute nell’articolo hanno scopo meramente informativo. Non sono un avvocato e non mi assumo responsabilità per quello che ho scritto. Vi consiglio caldamente di verificare tramite i siti ufficiali del governo britannico: le disposizioni in materia di cittadinanza e passaporto cambiano frequentemente

Se il vostro caso è complesso potete chiedere aiuto ad un avvocato specializzato in materia di immigrazione e cittadinanza. L’elenco ufficiale lo trovate qui: http://solicitors.lawsociety.org.uk/

150 thoughts on “Come si ottiene la cittadinanza britannica?

  1. Reply Gero Salamone Lug 21,2017 10:41

    Salve Marco, ti spiego la mia situazione.
    I miei genitori, italiani, hanno vissuto e lavorato nel Regno Unito per più di 20 anni e sino al 1984, anno in cui decisero di ritornare in italia. Io sono nato nel Regno Unito, nel 1980 e dal 1984 risiedo stabilmente in Italia anche se gran parte dei miei parenti vivono in Uk. Se non erro potrei ottenere il passaporto britannico, o sbaglio?

    • Reply Marco Lug 21,2017 11:39

      Ciao,

      per capire se si e’ considerati britannici o meno ti consiglierei di dare un occhiata qui:
      https://www.gov.uk/check-british-citizen
      Nel caso sei gia’ considerato cittadino britannico potrai fare la richiesta di passaporto.
      Saluti,
      Marco

      • Reply Gero Lug 21,2017 15:32

        Ciao Marco, questa è la risposta che mi viene data compilando il mini questionario.

        In most cases you’re a British citizen

        There are only 2 cases when you won’t be a British citizen:

        your father was a diplomat working for a non-UK country
        your father was ‘an enemy alien in occupation’ – this only applies to people born in the Channel Islands during World War 2

    • Reply Ed Lug 21,2017 14:22

      Ciao Gero,
      mi permetto di scriverti in quanto mi sono trovato in una situazione molto simile alla tua, ma seguendo le indicazioni del grande Marco ho ottenuto il passaporto britannico senza problemi. Per chi è nato in UK prima del 1 gennaio 1983 la cittadinanza si ottiene in automatico (se non per casi particolari, verifica dal link che Marco ti ha girato la fattibilità), poi sotto ti riporto il link da seguire quanto lui mi scrisse in risposta ormai un anno fa: Quindi chiedi il passaporto:
      https://www.gov.uk/overseas-passports/y/italy/applying/adult/united-kingdom
      Spero di esserti stato utile
      Ed

      • Reply gero Lug 21,2017 20:04

        Grazie per il chiarimento!! Scusami Ed, posso avere un tuo contatto: email o cell…ho alcune cose da chiederti! buon week end

  2. Reply Pegaso Mag 7,2017 17:51

    Non capisco, non c’è nessuno domanda che debba essere presentata, firmata e tutto davanti a un pubblico funzionario? Ma è demenziale! Anche con la storia dei testimoni praticamente potrei fingermi chiunque ed ottenere la cittadinanza.

    • Reply Marco Mag 7,2017 18:20

      Beh di certo potresti provarci e poi raccontare la vostra (tua e dei due testimoni) dalla stanzetta a scacchi che vi riserveranno.
      Good luck 😉
      Saluti,
      Marco

  3. Reply Ozma Apr 29,2017 08:44

    Ciao Marco. Sono un po’ in un dilemma. Ho ricevuto il documento di Permanent Residence ieri. Mi hanno mandato anche una lettera dove mi dicono che sono residente da Febbraio 2017, e quindi posso fare domanda per la cittadinanza solo dall’anno prossimo.
    Il problema e’ che io vivo qui dal 2005.

    La data che mi hanno dato deriva dal fatto che ho basato la mia application sugli ultimi 5 anni – perche’ ho letto che il periodo esatto non importava, basta che siano 5 anni consecutivi – e ho pensato per semplicita di usare gli ultimi 5 visto che in quelli precedenti ho avuto periodi di disoccupazione e periodi dove studiavo. In pratica ho studiato fino al 2006, lavorato consecutivamente dal 2006 al 2010, poi ricominciato a lavorare nel 2012.

    Ho telefonato e mi hanno detto di mandare una lettera informandoli che sono qui dal 2005. Ovviamente dovro’ mandare anche prove di residenza.

    Cosa consigli in questo caso? Devo rimandare indietro il documento? Ricominciare da capo?
    O posso fare domanda per la cittadinanza e mandare prove che ero qui da prima del 2012?

    • Reply Daniele Apr 29,2017 09:07

      Per la cittadinanza non conta da quando sei in UK M da quando ottieni il PRC… Devono passare 12 mesi

      • Reply Marco Apr 29,2017 10:07

        Ciao,

        le cose non stanno proprio così. lo status di permanent resident lo si acquisisce di per sé vivendo 5 anni consecutivi nel paese.
        Il documento prova solo che si possiede veramente questo status.
        Uno dei requisiti per l’ottenimento della cittadinanza e’:
        “had permanent residence status for the last 12 months if you’re a citizen of an EEA country – you need to provide a permanent residence document”

        Lo status lo si ottiene vivendo 5 o più anni in UK automaticamente mentre il documento lo si ottiene solo su richiesta.

        A questo punto Ozma ha due possibilità:
        A- Applicare immediatamente per la citizenship accludendo tutta la documentazione richiesta e spiegando nel modulo di cittadinanza che e’ in effetti residente da ben piu’ di 5 anni.
        B-Scrivere al Home Office come l’ufficio gli ha suggerito telefonicamente per avere il suo dato corretto.

        Essendo la domanda di cittadinanza onerosa io suggerirei di tentare prima la seconda strada (scrivere) e poi si vede che dicono.

        Saluti,
        Marco.

        • Reply Ozma Apr 29,2017 12:18

          Grazie. Vorrei madare una lettera appunto, ma sono un po preoccupata. In pratica, ho lavorato fino al settembre 2010 (mentre studiavo), pero’ non ho chiesto Jobseeker’s Allowance fino al novembre del 2011.
          Per arrivare a 6 anni da febbraio di quest’ anno mi serve anche il 2011, pensi che considerino valido quell’anno anche se non ero in Jobseeker’s (mi mantenevo da sola)? Potrebbero bastare le utility bills?

          • Reply Marco Apr 29,2017 12:45

            Anche il tempo speso on benefits o a cercare lavoro conta.
            Prova con tutte le prove che hai…

            Saluti
            Marco

          • Reply Ozma Apr 29,2017 12:52

            Il fatto che ho solo prove di residenza diciamo (bills) e non di ‘jobseeking’ dal gennaio al novembre 2011 mi preoccupa…

            Grazie per L’aiuto!

          • Reply msssimo Apr 30,2017 18:42

            Il Referendum e stato fatto anche per quelli che sono venuti in Uk e hanno approfittato dei benefit dopo aver lavorato per un poco e parlo di house benefit, job seekers allowance,Baby benefit e chi più ne abbia più ne metta….specialmente cittadini dell’est oltre che italiani qui li chiamano turisti benefit non credo che chi viva con il benefit possa avere permanente residence e cittadinanza prima era diverso quando arrivavano al Border office aeroportuale guardavano il passaporto e ti facevano in sorriso e ti dicevano ” cheers mate” ora invece guardano il passaporto scrivono e controllano sul computer non sorridono più e ti chiedono se vivi qui una debit card come proof e controllano anche quella io dopo 4 anni e varie lotte di documenti ecc sono riuscito ad avere una carta di credito perché ho un buon credit score altrimenti avrei sempre e solo avuto la debit card senza overdraft oggi sono loro che mi hanno proposto un overdraft che io non uso sono tempi brutti non siamo in Italia dove tutto è comparabile o dove arriva un migrante e gli danno scheda sim e soldi questo è in paese dove il lavoro e il business valgono più di un amicizia

          • Reply Ozma Mag 1,2017 12:46

            e questo cosa c’entra con quello che ho detto io?

          • Reply msssimo Mag 2,2017 07:18

            c’entra se hai usufruito per long time di benefit ed altro non ti danno ne la permanent ne la british citizen perdi solo tempo e soldi avevo un dependents che ha presto poi di quello che ha dato di taste e si e applicato e you hanno risposto che ave a 90 gg di tempo.per lasciare il paese qui adesso o lavori o torni da dove Sei venuto e finito il tempo dei baba’ Cameron non c e poi ha passare la palla al ex ministry dell inferno Theresa May la quake leggi articoli di ieri non ha nessuns intentions di mantenere I Patti stipulato con I 27 tanto levelezioni or ha indette perche di fatto gia vinto vuole solo il suffragio universale del popolo oer gare cio che ha promesso un hard brexit che significant puoi restare in UN se hai un lavoro, o una specializzazione che serve al Regno altrimenti torni a casa il consiglio che mi sento di darti è quello per adesso di non smuovere le acque con lettere o altro trovarti un lavoro se non lavori e attendere i due anni di fine Brexit poi dopo ti affidi ad un buon Studio di avvocati di immigrazione paghi qualcosina e loro sanno come muoversi il resto estati scritto solo per informazione io ho sempre lavorato come chef pagato tasse dal primo giorno e ho avuto tante difficoltà e quella famosa lettera Unfortunatly rec ho fatto una iscrizione dac14 gbp al mese a Experian ho prima fatto delle operazioni per far alzare il credit score a good avevo una piccola propriety in italia vendita ho aperto una Ltd. ho comprato per 22.000 pound un piccolo ristorante ho assunto 3 ragazzi inglesi a minimum esce e ora il mio avvocato farà il resto ti ho solo detto come stanno le cose per chi attualmente vive con i 175 pound settimanali di Job Seekers Allowance tutto qui poi se resti o meno lo decidono loro anche perche la permanente residence non è automatica la devi richiedere al costo di 60 gbp io per adesso ripeto non muoverei le acque punto

          • Reply Marco Mag 2,2017 11:41

            Non entro nel mertito della situazione personale ma un cittadino EU che vive da piu’ di 5 anni in UK e’ di per se’ PERMANENT RESIDENT.
            La Permanent Residence CArd e’ un documento che costa 65 sterline (per ora) e conferma solo lo status. Non e’ una autorizzazione o altro…solo un documento che conferma il residence status e basta!
            PEr gli extra comunitari e’ invece un’altra storia.
            Ancora una volta: la lettera di rejection e’ uguale per tutti…e’ li il problema.
            Questi articoli ne parlano:
            https://www.theguardian.com/uk-news/2016/dec/29/home-office-reform-permanent-residency-application-process-eu-nationals
            https://www.theguardian.com/uk-news/2017/feb/27/rejections-eu-citizens-seeking-uk-residency
            Non mi dilungo oltre. Il tuo avvocato di certo ne sa di più.
            Saluti,
            Marco

          • Reply msssimo Mag 2,2017 16:30

            Ciao Marco purtroppo quello che scrivono sono cose in linea di massima poi esaminano caso per caso esempio nel famoso modulo per la richiesta di British citinzen ti chiedono 70.000 tipi ti proof tutti i p60 ,internet ,mobile phone se hai un Pay Montly e meglio, e tanti altri io ho parlato del .caso del mio dipendente ma io stesso ho avuto un sacco di problemi anche perché lo status di permanente residente non ti da la certezza di rimanere i in iUk lunica certezza per potere rimanere oggi come stanco le cose e solo la Natural British citizenship tornado so problema della Signora A cui.gentilmente ho risposto gli posso garantire che per potere essere iscritto Neil permanent residence bisogno avere dei requisiti tra cui.Iscrizione a Roll register della città dove vivi mi spiego meglio sarebbe il registro per votare in Un addirittura la stessa iscrizione Aire non serve a nulla comunque le cose in Uk stanno cambiando ogni giorno se lei Vuole non aspettare e fare la letterina si vedrà rispondere quella famosa odiosa frase unfortunately secondo la mia personale esperienza e meglio non muovere le acque perché questo potrebbe scatenare come per Marco il mio dipendente una lettera di lasciare il paese in 90 gg che poi si risolve affidandosi ad un avvocato che sia pratico di immigrazione e un altra cosa anche perché lui aveva il domicilio in una casa comune e pagava l affitto al Landlord quindi le tasse le pagava il Landlord allora abbiamo fittato in appartamento dove lui ha intestato a suo nome tutte le utenze prima comunque era tutto più semplice dopo il referendum e diventato più complicato e con questo chiudo ho molte prenotazioni e devo lavorare gli posso augurare soltanto Buona fortuna io ho voluto solo dare un consiglio ultima cosa Il Brexit ha rovinato anche i rapporti tra gli inglesi e i cittadini Europei to guardano come lo straniero che viene qui A rubare lavoro agli Inglesi e sopratutto con la crisi del NH S diventa ogni giorno più difficile finché ci saranno battaglie tra i 27 e la May questo non cambierà
            auguro a tutti una buona serata

          • Reply ozma Mag 2,2017 13:08

            no, non c’entra con il mio caso perche’ prima di richiedere benefits io ho lavorato qui per 4 anni. E sono stata in jobseeker allowance per 5 mesi.

            Io adesso lavoro. La Permanent Resident Card l’ho gia’ avuta. Il tuo commento con la mia situazione non c’entra proprio nulla, mi sa che non hai letto bene quello che ho scritto.

          • Reply Marco Mag 2,2017 13:28

            Non entro nel mertito della situazione personale ma un cittadino EU che vive da piu’ di 5 anni in UK e’ di per se’ PERMANENT RESIDENT.
            La Permanent Residence CArd e’ un documento che costa 65 sterline (per ora) e conferma solo lo status. Non e’ una autorizzazione o altro…solo un documento che conferma il residence status e basta!
            PEr gli extra comunitari e’ invece un’altra storia.
            Ancora una volta: la lettera di rejection e’ uguale per tutti…e’ li il problema.
            Questi articoli ne parlano:
            https://www.theguardian.com/uk-news/2016/dec/29/home-office-reform-permanent-residency-application-process-eu-nationals
            https://www.theguardian.com/uk-news/2017/feb/27/rejections-eu-citizens-seeking-uk-residency
            Non mi dilungo oltre. Il tuo avvocato di certo ne sa di più.
            Saluti,
            Marco

    • Reply Marco Apr 29,2017 09:26

      Ciao,
      Non saprei. Penso che scrivergli non e’ una brutta idea…
      Non ci si perde nulla.Io scriverei e vedrei cosa mi rispondono.
      Il documento intanto me lo terrei.
      Saluti,
      Marco

  4. Reply maurizio Apr 25,2017 15:55

    Ciao ! Io lavoro in uk . Mia moglie è in Inghilterra ma non lavora .Passati i 5 anni , io posso richiedere la cittadinanaza ; mia moglie quando potrà richiedere la cittadinanza ? Grazie !

    • Reply Marco Apr 29,2017 18:04

      Ciao,

      Per richiedere la cittadinanza devi aver fatto almeno sei anni in uk.
      Dopo cinque acquisisci lo status di permanent resident. E dopo un’altro anno puoi fare richiesta di cittadinanza.
      Quindi in totale sei anni.
      Non dovrebbero esserci problemi per tua moglie. Può dichiarare di essere ‘self sufficient’.
      Non dovrebbe essere un problema.
      Saluti,
      Marco

      • Reply msssimo Apr 30,2017 18:15

        Salve sono Max 58 yo vivo in uk e lavoro come self employed voto per il council ecc ho richiesto dopo aver speso 2000 pound tra documenti ed ecc ho riempito un modulo da 85 pagine e il ministero dell’interno mi ha rifiutato la permanent residence anzi mi hanno invitato a lasciare il paese con la solita frase UNFORTUNATLY ecc…adesso sono inattesa che un avvocato del immigrazione faccia ricorso in 90 gg e sono proprietario di un piccolo ristorante iscritto a Labour party convertito alla chiesa cattolica Anglicana insegnò gratis cucina per il council school sicuramente la avrò là se non avessi avuto un attività ho un lavoro gia sarei fuori un mio vicino spisato af un inglesevlui e francese e dovuto tornare momentaneamente in francia perche la cittadinanza gli estate rifiutata questo per colpa del Brexit adesso un impiegato del ministero mi ha detto di aspettare almeno un anno che le acque si cammino ci sono 950.000 richieste tra cittadinanza e permanent residence da esaminare e ne hanno bocciate 45.000 tra cui la mia grazie e buona fortuna

        • Reply msssimo Apr 30,2017 18:24

          scusate dimenticavo di dire chiedono in Uk da 8 anni e il mio criminal file e’ immacolato mai avuto multe e non so come e fatto un poliziotto inglesevsolo quelli che vengono a cena da me ,chiedi scusa per il mio italiano con qualche errore di battitura l’eta avanza

        • Reply Marco Apr 30,2017 22:34

          Salve,

          non ho assolutamente idea di come lei abbia speso 2000 pound per una pratica amministrativa che ne costa in realtà circa 65.
          In ogni modo un cittadino europeo può essere espulso da un paese della unione europea solo per gravissimi motivi di ordine pubblico e di pericolosità sociale.
          Un altro motivo potrebbe essere la TOTALE indigenza e (mendicanti, homeless, totali indigenti): questo ultimo caso deve essere comunque ‘grave’
          Anche se le procedure del Brexit sono state avviate gli UK fanno ancora parte dell’Unione Europea a tutti gli effetti
          Questo sito parla nei dettagli del legal framework che regola le espulsioni di cittadini europei.
          Oltretutto lo status di Permanent Resident viene acquisito automaticamente (di per sé) vivendo almeno 5 anni consecutivi in UK. Questo è sancito dalle normative europee tuttora validissime in UK a tutt’oggi anche dopo il voto del Brexit.
          Se si richiede la Permanent Residence Card e questa viene rifiutata per qualche vizio formale (documentazione carente o altri vizi di forma) pare che l’Home Office mandi la stessa identica lettera sia a cittadini EU che sia a cittadini extracomunitari.
          Ripeto: un cittadino EU può’ essere deportato/espulso da uno stato europeo (e gli UK lo sono ancora) solo per GRAVISSIMI MOTIVI.
          Persone normali, self-sufficient, impiegate, con un lavoro (ma anche chi si trova temporaneamente nella condizione di jobseeker) non possono essere assolutamente espulsi.
          Sicuramente il suo avvocato saprà fronteggiare queste comunicazioni del Home Office.
          Saluti,
          Marco

  5. Reply Elisa Ganassali Apr 21,2017 09:49

    Ciao Marco,
    vediamo se mi puoi chiarire le idee..
    Io e il mio compagno viviamo a Londra da ormai 6 anni.. aspettiamo una bambina che nascerà ad agosto. Vorremmo capire se possiamo richiedere al momento della nascita il passaporto inglese per la bambina (noi non lo abbiamo) o dobbiamo iniziare le procedure prima… che costo avrebbe?e le tempistiche? Ho letto che possiamo usufruire dei Treaty Rights..basta che almeno uno dei genitori sia residente in UK da almeno 5 anni e lo possa dimostrare.. ma come faccio a essere sicura che poi vada a buon fine? bastano i miei P60 di 5 anni? c’è un numero da chiamare o un ufficio a cui rivolgersi per accertarsi? Per noi sarebbe importante farle avere il passaporto inglese appena nasce cosi che poi possiamo viaggiare e una volta tornati in Italia possiamo registrarla all’anagrafe li.. non essendo iscritti all’Aire (e non vorremmo iscriverci) purtroppo non possiamo usufruire del servizio anagrafe al Consolato..

    Grazie mille!
    Elisa

  6. Reply Gene Dic 27,2016 20:51

    Il mio era un commento alle vostre affermazioni non veritiere(messe in evidenza all’inizio del mio commento). Dalle vostre affermazioni sembra che in Italia regalano la cittadinanza a tutti. Affermazioni inutili e prive di fondamenta fatte da immigrati( voi ) nei confronti di altri immigrati regolari ( noi) che viviamo in italia ed abbiamo a che fare con una burocrazia italiana lentissima. buona fortuna a tutti

  7. Reply Gene Dic 27,2016 09:10

    “Non è l’Italia che regala anche a chi non sa la lingua e chi è entrato illegalmente.
    Ciao. Laura”
    “La kyenge non è ancora arrivata qui, e lo Ius soli non c’è in UK” ????
    Sono residente da 13 anni in Italia e sono un medico laureato in Italia ma non ho ancora la cittadinanza italiana.visto che siete così esperti, riuscite ad indicarmi dove regalano la cittadinanza italiana ??? Sono mooolto interessato. State tranquilli che in Italia è ancora peggio, nessuno regala niente, se così non fosse non sareste in Uk.

    Peace and love

Commentate pure :-)